Esperienza di vita in comune della quattro giorni del gruppo giovani svolta in parrocchia dal 17 al 20 Dicembre

Esperienza di gruppo 2018

Foto del gruppo giovani

 Grazie all’accoglienza di don Enrico i giovani di terza, quarta e quinta superiore del gruppo di Azione Cattolica hanno vissuto un’esperienza di convivenza in parrocchia dal 17 al 20 dicembre 2018: insieme a don Steven Carboni, responsabile della Pastorale Giovanile diocesana hanno “abitato” le stanze sotto i locali parrocchiali, allestite a vero dormitorio grazie ai letti portati e montati dagli amici dell’Anspi!
I ragazzi si alzavano presto per recitare le Lodi tutti insieme, poi partivano per andare a scuola e a pranzo tornavano in parrocchia, dove poi studiavano e si preparavano per le varie attività serali: Vespri, celebrazioni, incontri anche a Fano a Casa Giovani… per poi ritrovarsi insieme alla Compieta a fare condivisione sull’intera giornata.
Questi i racconti dei ragazzi alla fine dell’esperienza:

“Siamo entrati in convivenza non solo in un periodo forte, l’Avvento, ma in una situazione pesante per tutti. Sono stati giorni pieni di risate e divertimento ma anche di silenzio e di preghiera; abbiamo capito che la vita interiore che abbiamo dentro va nutrita e curata, abbiamo capito che non siamo mai soli anche quando pensiamo di esserlo, abbiamo capito che le nostre domande sono un cercare conferme nel Signore e con queste esperienza ora siamo sicuri di averle ogni giorno.
Il grazie più grande va a don Steven che con amore ed impegno ci ha fatto sentire a casa nel luogo più giusto per un Cristiano: ci ha fatto sentire che chiesa, che il Signore sono veramente casa più di quanto potessimo immaginare. E ovviamente grazie ai miei compagni di viaggio con cui ho condiviso ansie e sorrisi, tanto bene e sopratutto la fede. Grazie per ultimo ma non meno importante a chi ha pensato tutto questo per noi❣” Leti
“L’esperienza della convivenza è stata una delle più belle ed utili che io abbia mai fatto. È capitata in un periodo tragico della nostra vita, ma è proprio grazie alla convivenza che abbiamo capito come andare avanti per il meglio. Infatti abbiamo imparato che è normale farsi delle domande e che a queste domande è difficile dare risposta o non esiste. Ho imparato a far trapelare le emozioni levando le maschere di una ragazza che non si commuove mai perché ha paura del giudizio altrui. Ho scoperto quanto possa essere d’aiuto condividere le proprie ansie, preoccupazioni(della scuola) e avere persone che ti comprendono. Ho vissuto la gioia del condividere momenti di felicità di risate e scherzi. Quindi non potrò mai ringraziare abbastanza tutte quelle persone che hanno reso possibile ciò e un grazie in particolare a Don Steven che è stata la miglior guida che ci potesse capitare per questa esperienza.” Elena
“Sono uscita davvero molto soddisfatta da questa esperienza di condivisione. La cosa più bella a questo mondo è volersi bene. Bisognerebbe imparare a tenersi strette le persone che ci circondano,avere sempre rispetto nei confronti di tutti,in particolare verso chi ci ama davvero. È stranissimo come 4 giorni così intensi possano avermi cambiato e maturato in una maniera impressionante. La vita è imprevedibile. Credo che ogni giorno accada qualcosa di speciale di cui non ce ne rendiamo conto. Le opportunità che ci offre il Signore sono tante e sono molto felice di averle colte al volo. Quest’oggi non pensiamo e non ci fermiamo mai a ringraziare,a dire un semplice “grazie” a chiunque faccia qualcosa per noi. Dobbiamo imparare a dirci un semplice “ti voglio bene” , a preoccuparci di più per gli altri e a non pensare sempre e solo a noi stessi.
Sono stati momenti magici,e nonostante quelli di tristezza e ansia abbiamo saputo reagire tutti insieme nel modo migliore,con la forza e la determinazione che ognuno di noi ha. Abbiamo condiviso l’ansia mattutina pre scolastica,le soddisfazioni avute durante la giornata,le emozioni provate, rabbia, paura, dolore e allo stesso tempo tanta gioia e spensieratezza.
Un grazie particolare va a chi ha permesso questi giorni di condivisione e al nostro grande Steven che ci ha dedicato del tempo prezioso e ha saputo trasmettere tanta positività e consapevolezza di ciò che siamo.” Chiara B.
“Nei giorni di convivenza penso di aver capito delle cose fondamentali per la vita di un cristiano: spesso siamo travolti dalla routine quotidiana che non ci permette di accorgerci di ciò che ci offre il Signore.
In questo breve ma intenso periodo abbiamo imparato a guardare con occhi diversi le nostre giornate dando spazio anche a Lui e alla preghiera.
Abbiamo condiviso molte emozioni, ansia per le interrogazioni ma anche gioia per le continue risate, che hanno permesso di rafforzare la nostra amicizia.
Steven ci ha aiutato tantissimo a far uscire il meglio di noi in questa convivenza, a farcela godere al massimo mettendoci sempre a nostro agio.

GRAZIE a tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di questa esperienza, ha segnato davvero le nostre vite!❤” Giovi

print