Arrivo dei Re Magi -EPIFANIA DEL SIGNORE – 6 Gennaio

 

Il cammino dei Magi: un cammino di fede

Si può pensare che quello dei Magi sia stato un vero cammino di fede, anzi è l’itinerario di coloro che, pur non appartenendo al popolo eletto, hanno trovato Cristo. All’inizio di un cammino c’è la necessità di un segno che chiede di essere visto lì dove ogni uomo vive e s’impegna. I Magi hanno scrutato il cielo, per la Bibbia sede della divinità, e da lì hanno avuto un segno: una stella. Ma per iniziare un cammino di fede non basta osservare i segni della presenza del divino: occorre il desiderio, un cammino di ricerca, un’attesa. Un vero desiderio provoca domande. I Magi trovano Gesù perché hanno nel cuore degli interrogativi forti.

La risposta, come ci insegna l’esperienza dei Magi, va trovata nella Scrittura: è necessario accostarsi a essa guidati dal desiderio, dalla domanda. Per i Magi quell’indicazione attinta alle Scritture fu illuminante per compiere l’ultima tappa del loro cammino: Betlemme. Inoltre la Parola di Dio permise loro di vedere nei segni umili di una casa, del bambino con Maria, sua madre, il Re dei Giudei, l’atteso d’Israele, il Figlio di Dio, l’atteso Salvatore del mondo. Chi cerca, anche se è lontano da Dio, può trovarlo. (da Filhas da Igreja  info@figliedellachiesa.org)

Stampa articolo